MADRE E FIGLIA RECUPERATE SOTTO LA PIOGGIA SULLA FERRATA LIPELLA

Scritto da
Cortina d'Ampezzo (BL), 29 - 08 - 23
Attorno alle 13, ricevute le coordinate del punto in cui si trovavano, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato sulla Ferrata Lipella alla Tofana di Rozes, per recuperare madre e figlia bloccate sotto un tratto verticale a causa della roccia bagnata. Le due donne, di 56 e 29 anni, di Marmirolo (MN), uscite dal Castelletto, si erano fermate al termine della cengia, temendo di risalire la parete scivolosa a circa 2.500 metri di quota. Sotto la pioggia l'equipaggio le ha individuate (altri due escursionisti stavano salendo più in alto) e nelle loro vicinanze è stato calato il tecnico di elisoccorso con un verricello di 55 metri. In due rotazioni, entrambe sono state issate a bordo e trasportate al Rifugio Dibona. Verso le 12.30 l'eliambulanza era stata inviata al Rifugio Flora Alpina a Falcade, per un bimbo di 11 mesi di Mira (VE) che si era sentito poco bene. Verificate le sue condizioni, il bambino è stato accompagnato assieme alla madre all'ospedale di Belluno per i dovuti accertamenti.

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.