Visualizza articoli per tag: Ricerca persona

Mercoledì, 27 Maggio 2020 08:35

TROVATO IL CORPO SENZA VITA DI CARLO MANFROI

Cencenighe Agordino (BL), 26 - 05 - 20
È stato individuato poco dopo mezzogiorno il corpo senza vita di Carlo Manfroi, 63 anni, di Cencenighe Agordino (BL), uscito sabato per una passeggiata, come d'abitudine, e non più rientrato. Una squadra del Soccorso alpino di Agordo e della Guardia di finanza, che stava effettuando delle calate a valle di località Bricol, nella direzione indicata dai cani molecolari, ne ha rinvenuto la salma in una scarpata. In questo momento si sta provvedendo al recupero. Stavano partecipando alla ricerca una settantina di persone tra Soccorso alpino di Agordo, Alleghe e Val Biois, Guardia di finanza di Cortina e Rolle, Vigili del fuoco, Protezione civile di Cencenighe Agordino e Belluno, Associazione nazionale Carabinieri con le unità cinofile. Seguiranno ulteriori informazioni.
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Mercoledì, 27 Maggio 2020 08:34

RICERCA IN CORSO TRA BELLUNO E PORDENONE

Aviano (PN), 26 - 05 - 20
Il Soccorso alpino dell'Alpago sta intervenendo in zona Semenza, Forcella Bassa, comune di Tambre, in supporto al Soccorso alpino di Pordenone impegnato nella ricerca di un quarantenne bolognese, di cui non si hanno notizie da alcuni giorni e la cui auto è stata rinvenuta parcheggiata a Roncjade, Aviano. I soccorritori bellunesi stanno percorrendo la sentieristica principale per una verifica anche sul nostro versante. L'escursionista, che si chiama Pier Paolo, ha occhi marroni e capelli castani, è alto un metro e 75 e pesa un'ottantina di chili. Chiunque avesse potuto incontrarlo o avesse sue notizie è pregato di informare i carabinieri. 
 
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Mercoledì, 27 Maggio 2020 08:33

CONTINUANO DOMATTINA LE RICERCHE A CENCENIGHE

Cencenighe Agordino (BL), 25 - 05 - 20
Continueranno domattina le ricerche di
Carlo Manfroi, 63 anni, di Cencenighe Agordino (BL), uscito sabato per una passeggiata, come d'abitudine, e non più rientrato. A seguito dell'odierna riunione in prefettura tra le forze impegnate in questi giorni, è stato deciso di proseguire e domani si ripartirà dal campo base a Chenet. L'uomo era uscito assieme al suo cane dalla propria abitazione a Chenet verso Bricol, da cui parte una rete di sentieri denominata Le Ial, sotto il Monte Pelsa. Quando alle 13.30 però il cane era ritornato da solo, la moglie aveva atteso invano il marito, per poi lanciare preoccupata l'allarme alle 16.
Carlo, che è alto un metro e ottanta circa ed è di corporatura longilinea, indossa pantaloncini corti color carta da zucchero, una giacca azzurra e scarpe da ginnastica bianche. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri.
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Lunedì, 25 Maggio 2020 09:21

RICERCA CENCENIGHE ANCORA SENZA ESITO

Cencenighe Agordino (BL), 24 - 05 - 20
Sono ancora senza esito le ricerche di Carlo Manfroi, 63 anni, di Cencenighe Agordino (BL), uscito ieri per una passeggiata, come d'abitudine, e non più rientrato. L'uomo è partito assieme al suo cane dalla propria abitazione a Chenet in mattinata, da dove, in una decina di minuti di sterrata, si raggiunge Bricol da cui parte una rete di sentieri denominata Le Ial, sotto il Monte Pelsa. Quando alle 13.30 però il cane è ritornato da solo, la moglie ha atteso invano il marito, per poi lanciare preoccupata l'allarme alle 16. La ricerca, che ha coinvolto una settantina di persone si è concentrata sui sentieri principali per allargarsi oltre ed arrivare fino al Cordevole. I Vigili del fuoco hanno bonificato i corsi d'acqua, da Avoscan al Lago di Cencenighe. L'elicottero della Guardia di finanza di Bolzano con a bordo personale del Soccorso alpino di Agordo ha sorvolato a lungo l'area. Controllata la zona prossima a Bricol e all'abitato a nord e  a sud. Erano presenti il Soccorso alpino di Agordo, Alleghe, Val Biois, del Sagf di Cortina e Auronzo, i Vigili del fuoco. Una decina le unità cinofile tra Soccorso alpino, Guardia di finanza e Associazione nazionale dei Carabinieri. Tre i cani molecolari dell'Alpenverein.
Carlo, che è alto un metro e ottanta circa ed è di corporatura longilinea, indossa pantaloncini corti color carta da zucchero, una giacca azzurra e scarpe da ginnastica bianche. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri. Domani ci si concentrerà in alcune zone primarie e sarà valutato con la Prefettura come procedere nei prossimi giorni.
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Lunedì, 25 Maggio 2020 09:16

RICERCHE IN CORSO A CENCENIGHE AGORDINO

Cencenighe Agordino (BL), 24 - 05 - 20
Sono riprese questa mattina alle 6 le ricerche di Carlo Manfroi, 63 anni, di Cencenighe Agordino (BL), uscito ieri per una passeggiata, come d'abitudine, e non più rientrato. L'uomo è partito assieme al suo cane dalla propria abitazione a Chenet in mattinata, da dove, in una decina di minuti di sterrata, si raggiunge Bricol da cui parte una rere di sentieri denominata Le Ial, sotto il Monte Pelsa. Quando alle 13.30 però il cane è ritornato da solo, la moglie ha atteso invano il marito, per poi lanciare preoccupata l'allarme alle 16. Il Soccorso alpino di Agordo, assieme a quello della Val Biois e Alleghe, Sagf e Vigili del fuoco, ha subito iniziato a setacciare l'area, arrivando alla Ferrata Fiamme Gialle e proseguendo fino a notte. In questo momento una sessantina di persone suddivise in squadre stanno partecipando alla sua ricerca, sui sentieri battuti, come nelle zone circostanti. Le perlustrazioni sono state allargate a sentieri laterali e alla parte bassa vicino a casa. Sono presenti il Soccorso alpino di Agordo, Alleghe, Val Biois, del Sagf di Cortina e Auronzo, i Vigili del fuoco. Una decina le unità cinofile tra Soccorso alpino, Guardia di finanza e Associazione nazionale dei Carabinieri. Tre i cani molecolari dell'Alpenverein.
Carlo, che è alto un metro e ottanta circa ed è di corporatura longilinea, indossa pantaloncini corti color carta da zucchero, una giacca azzurra e scarpe da ginnastica bianche. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri.
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Lunedì, 25 Maggio 2020 09:08

RICERCA IN CORSO A CENCENIGHE

Cencenighe Agordino (BL), 23 - 05 - 20
Il Soccorso alpino di Agordo sta partecipando alla ricerca di un sessantenne di Cencenighe Agordino (BL). L'uomo è uscito in mattinata assieme al suo cane per una passeggiata, come d'abitudine, in zona Bricol. Alle 13.30 però è tornato a casa il cane da solo. Dopo aver atteso invano il rientro del marito, alle 16 la moglie ha lanciato l'allarme. Sul posto anche i Vigili del fuoco. Allertato il Soccorso alpino di Alleghe e Val Biois e della Guardia di Finanza.
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Folgaria (TN), 09 - 05 - 20
Il Soccorso Alpino e Speleologico Trentino è stato allertato nel primo pomeriggio per partecipare alla ricerca di una persona sull'Altopiano di Folgaria, cominciata nel corso della mattinata. Purtroppo il corpo senza vita dell'uomo, del 1963 e residente a Folgaria, è stato ritrovato poco prima delle 20 alla base di un salto di roccia nei boschi attorno a passo Sommo. Fatale per lui una scivolata che lo ha fatto precipitare per decine di metri in uno strapiombo, dopo essere uscito per cercare il suo cane che si era allontanato. La salma è stata recuperata dall'elicottero e portata alla camera mortuaria della casa di riposo di Folgaria.

Gli operatori delle Stazioni Altipiani, Rovereto, Ala, Levico e Riva del Garda e le unità cinofile del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino si sono uniti alla ricerca nel pomeriggio, collaborando con i Vigili del Fuoco, il cane molecolare della Scuola provinciale Cani da Ricerca e Catastrofe, la Croce Rossa, il Soccorso Alpino e Speleologico Veneto di Arsiero e i Carabinieri. Con il ritrovamento della macchina in località Grimen (zona Forte Cherle), le ricerche si sono focalizzate nei boschi attorno, impiegando anche i droni dei Vigili del Fuoco e l'elicottero per un sorvolo dall'alto. Poco prima delle 19 il cane è stato ritrovato vivo ma solo, mentre la traccia seguita dal cane molecolare portava in prossimità di una parete strapiombante. Con delle calate di corda i soccorritori sono arrivati alla base della parete di roccia dove è stato ritrovato il corpo senza vita dell'uomo. Dopo il nullaosta delle autorità, l'operazione di recupero della salma è stata effettuata dall'elicottero con il supporto della squadra di terra e si è conclusa verso le 20.45.

 
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Lunedì, 11 Maggio 2020 11:49

ARSIERO IN SUPPORTO PER RICERCA PERSONA

Folgaria (TN), 09 - 05 - 20
Una decina di tecnici del Soccorso alpino di Arsiero sta intervenendo nella zona di Forte Cherle, in supporto ai soccorritori trentini degli Altipiani, per cercare un uomo di cui non si hanno più notizie da ieri sera.
 
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Giovedì, 07 Maggio 2020 07:27

SOCCORSA ANZIANA OSPITE DELLA CASA DI RIPOSO

Pieve di Cadore (BL), 11 - 04 - 20
Attorno alle 10 il Soccorso alpino di Pieve di Cadore è stato allertato, su richiesta della Polizia municipale, per avviare la ricerca di un'ospite novantenne della Casa di riposo di Pieve di Cadore che si era allontanata all'improvviso e non si trovava più. I soccorritori si sono portati sul posto e hanno cominciato a perlustrare l'area in direzione di Col Contras. Poco dopo una persona che risiede nelle vicinanze ha notato l'anziana, che era caduta non distante dalla sua abitazione, e ha avvisato. La donna era scesa per un sentierino, a circa 50 metri dalla struttura, ed era scivolata per un metro e mezzo finendo addosso a una rete. Le squadre la hanno raggiunta assieme a un medico, che le ha prestato prima assistenza. Fortunatamente sembrava aver riportato solo qualche graffio. Imbarellata, è stata trasportata all'ambulanza che la ha accompagnata all'ospedale per i controlli del caso. Presenti anche la Polizia municipale e i Vigili del fuoco.
Pubblicato in 2020
Etichettato sotto
Giovedì, 07 Maggio 2020 07:17

RECUPERATA COPPIA CON LE CIASPE

Roana (VI), 09 - 03 - 20
È stata ritrovata a mezzanotte circa la coppia di escursonisti padovani, che ieri pomeriggio aveva smarrito il sentiero durante una camminata con le ciaspe. Partiti dal Centro fondo di Campolongo per un giro, dopo aver seguito un percorso M.V., 38 anni, lui, e K.M, 37 anni, lei, avevano perso la traccia. Provando a tagliare nel bosco per rientrare, si erano trovati tra gli schianti di Vaia, con un metro di neve fresca, e alle 17.30 circa avevano chiesto aiuto. Messo in contatto con il Soccorso alpino di Asiago, l'uomo è riuscito a descrivere l'itinerario seguito e a mandare le coordinate del punto dove si trovavano tramite whatsapp, poi   non è più stato possibile parlare con lui, perché ad entrambi i cellulari degli escursonisti si era scaricata la batteria. Quattro soccorritori con due motoslitte si sono diretti nel luogo indicato, che però si è dimostrato non essere corretto e dove non erano presenti nemmeno segni della loro presenza. Dopo averli a lungo chiamati a voce, le squadre hanno iniziato a girare per cercarli e, senza alcun riscontro, alle 20 circa sono stati chiamati in supporto altri quattro soccorritori e i carabinieri di Roana, sopraggiunti con la terza motoslitta. Finché la coppia, sentendo il rumore dei mezzi, non è riuscita ad arrivare sulla strada forestale che porta al Forte Verena, dove è stata incrociata in uno dei successivi passaggi. Trasportati fino alle jeep, gli escursionisti sono stati riscaldati e assistiti dal medico del Soccorso alpino. Erano infreddoliti, ma stavano bene, e sono stati riaccompagnati alla loro macchina.
Pubblicato in 2020
Pagina 5 di 28

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.