Visualizza articoli per tag: Sopralluogo

Cortina d'Ampezzo (BL), 30 - 06 - 19
Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sotto la Croda del Pomagagnon a circa 1.800 metri di quota, per un'escursionista della Repubblica Ceca di 30 anni, che, volendo raggiungere Forcella Zumelle da Forcella Pomagagnon, messo male un piede si era procurata un probabile trauma alla caviglia. Recuperata con il verricello dal tecnico di elisoccorso, la ragazza è stata accompagnata al Codivilla. Pronti a intervenire in piazzola due tecnici del Soccorso alpino di Cortina.
A seguito di alcune segnalazioni di persone che dal Col Rosà avevano sentito un forte boato e poi visto alzarsi il fumo di un incendio, informati subito i Vigili del fuoco, su loro richiesta di un veloce sopralluogo, l'eliambulanza del Suem ha effettuato una rotazione verificando la presenza di una già grande zona alle fiamme, 600 metri sopra Ospitale, tra la Croda de R'Ancona e Zuoghi. Nella probabile zona dell'innesco, non si è visto niente di evidente. Attualmente stanno operando i mezzi antincendio. 
Pubblicato in 2019
Sabato, 21 Luglio 2018 10:34

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 19 - 07 - 18
Poco prima delle 17 il 118 è stato allertato per un infortunio ad Auronzo di Cadore, precisamente sul sentiero numero 120 tra il Rifugio Carpi e Misurina. In aiuto di una escursionista, S.Q., 65 anni, di Bari, che si era procurata un probabile trauma alla caviglia è intervenuta una squadra del Sagf di Auronzo, che la ha accompagnata fino al parcheggio da dove si è allontanata autonomamente assieme al marito. Il Soccorso alpino di Cortina è stato invece inviato a Pian dei Laghe, poiché, uscita dal sentiero numero 406 tra Pomedes e Col Taron, una escursionista era rimasta impantanata in una palude. I soccorrirori hanno individuato la donna, S.M., 46 anni, di Pistoia, e la hanno aiutata a uscire dal fango per poi riaccompagnarla sul sentiero e da lì rientrare. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Vandelli, in quanto una turista ucraina, G.V., 54 anni, nell'avvicinarsi all'edificio si era storta una caviglia e non era più in grado di proseguire. Imbarcata, l'infortunata è stata trasportata all'ospedale di Belluno. Successivamente l'eliambulanza ha effettuato un sopralluogo sulla Croda Marcora per escludere la presenza di persone coinvolte dalla caduta di una frana, che ha interessato 80/100 metri del sentiero d'accesso alla Ferrata Berti coprendoli di ghiaia. Il sorvolo ha dato esito negativo.
Pubblicato in 2018
Martedì, 24 Aprile 2018 09:18

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 07 - 04 - 18
Questa mattina attorno alle 8.30 il 118 è stato allertato da alcuni testimoni che avevano visto una persona trascinata dalla corrente del canale Soccher - Cellina. Un vigile del fuoco, assicurato a una corda, è sceso nell'acqua ed è riuscito a bloccare N.L., 58 anni, di Ponte nelle Alpi (BL), poi portata a riva e affidata al personale dell'eliambulanza di Pieve di Cadore che la ha trasportata all'ospedale di Belluno in probabile stato di ipotermia. Allertato il Soccorso alpino di Longarone e Alpago. Subito dopo l'elicottero è volato lungo il sentiero tra Case Bortot e Ponte Mariano, dove era stata segnalata una frana. Il sopralluogo ha dato esito negativo. Verso le 12.20, l'elicottero è stato inviato sul Passo Fedaia, Marmolada, dove una persona aveva assistito all'incidente di uno sciatore che, uscito fuori pista, era caduto sulla strada da un paravalanghe. Prestate le prime cure al ragazzo, M.C., 31 anni, veronese, l'equipe medica e il tecnico di elisoccorso lo hanno imbarcato e trasportato con un sospetto politrauma a Belluno, da dove è poi stato trasferito a Mestre.
Pubblicato in 2018
Martedì, 24 Ottobre 2017 08:02

CROLLO SULLA SU ALTO IN CIVETTA

Alleghe (BL), 16 - 10 - 17
Attorno alle 13 è stata segnalata una frana sulla Cima Su Alto in Civetta. Il Soccorso alpino di Alleghe ha effettuato un sopralluogo subito dopo. Il crollo è partito sotto la vetta e, anche se non è quantificabile ancora la massa caduta, a una prima stima è minore rispetto alla quantità franata nell'ultimo episodio. È crollato un pilastrino e la roccia disgregata si è fermata alla base della parete senza interessare il sentiero.
Pubblicato in 2017
Etichettato sotto

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.