Articoli filtrati per data: Novembre 2020

Mercoledì, 11 Novembre 2020 11:11

MALORE SUL COL TORONT

Belluno, 08 - 11 - 20
Alle 13.30 circa la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Belluno per un'escursionista che si era sentita poco bene, mentre con il compagno si trovava sopra Malga Col Toront. Un squadra è partita in fuoristrada in direzione dell'arrivo dell'ex seggiovia del Col Canil, dove attendeva S.F., 54 anni, di Ponte di Piave (TV). I soccorritori la hanno caricata in macchina e accompagnata al campeggio del Nevegal dove sta passando il fine settimana, dal momento che la donna ha rifiutato un eventuale ricovero. 
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 11 Novembre 2020 11:09

CADE CON LA MOUNTAIN BIKE

Monte di Malo (VI), 08 - 11 - 20

Attorno alle 11.30 il Soccorso alpino di Schio è stato attivato per un ragazzo caduto in mountain bike lungo una strada sterrata in località Faedo. N.C., 22 anni, di Monte di Malo, che si trovava con alcuni amici, presa una buca aveva perso il controllo della bici finendo a terra e facendosi male al volto. Una squadra ha raggiunto in fuoristrada il luogo dell'incidente e si è sincerata delle condizioni del giovane, che aveva riportato un'escoriazione sul sopracciglio. Caricato sul mezzo, l'infortunato è stato accompagnato all'ambulanza diretta all'ospedale di Santorso.

Pubblicato in 2020
Mercoledì, 11 Novembre 2020 11:07

MALORE LUNGO LA STRADA DELLA FERROVIA

Piovene Rocchette (VI), 08 - 11 - 20
Alle 11.30 circa il Soccorso alpino di Arsiero è stato allertato a seguito della chiamata di un passante, che si era imbattuto in una donna colta da malore lungo la Strada della ferrovia. Partita da casa a piedi, la cinquantenne del posto aveva avuto un probabile calo di pressione ed era caduta a terra sbattendo la testa. Cinque soccorritori, compreso un infermiere, la hanno raggiunta in jeep sulla pista ciclopedonale, dove è sopraggiunta anche l'ambulanza. Caricata a bordo, la donna, con un probabile lieve trauma cranico, è stata trasportata al Santorso per le opportune verifiche.
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 11 Novembre 2020 11:06

MALORE SUL SENTIERO

Sicuramente (BL), 08 - 11 - 20
Attorno alle 9 la Centrale del Suem è stata allertata per un escursionista colto da malore, poco dopo la partenza del sentiero numero 801 che da Croce d'Aune porta al Rifugio Dal Piaz. P.M., 63 anni, di Montebelluna (TV), che si trovava con la figlia ed era subito stato assistito da passanti, tra i quali un medico, è stato raggiunto, a circa 1.200 metri di quota, dal tecnico di elisoccorso e dall'equipe medica dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore atterrato in un prato poco più sopra. L'uomo è stato quindi imbarcato e trasportato all'ospedale di Belluno per le verifiche del caso.
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 11 Novembre 2020 11:04

DUE INTERVENTI PER IL SOCCORSO ALPINO DI PADOVA

Padova, 07 - 11 - 20
Si è appena concluso il secondo dei due interventi che hanno visto oggi impegnato il Soccorso alpino di Padova. Alle 16 circa la Centrale del 118 di Padova ha allertato i soccorritori per un infortunio sui Colli Euganei, lungo il Sentiero degli Alpini, sul Monte della Madonna a Rovolon (PD). Un escursionista, che si trovava con un'altra persona, era infatti scivolato riportando la sospetta frattura di una gamba. Una squadra di quattro tecnici si è avvicinata in jeep per poi proseguire una ventina di minuti a piedi, fino al punto indicato dall'uomo tramite la posizione di Whatsapp. Una volta da lui, i soccorritori gli hanno immobilizzato l'arto e lo hanno caricato in barella. M.L.C., 52 anni, di Saccolongo è stato quindi trasportato per un chilometro e mezzo fino alla strada e affidato all'ambulanza partita per l'ospedale di Padova. Alle 18.15 è scattato il secondo allarme. Su richiesta del 118 di Vicenza, la squadra si è spostata sui Colli Berici, nella palestra di roccia di Lumignano a Longare (VI), dove una ragazza era stata colta da malore. I soccorritori si sono portati alla base della parete nel settore Minetti e hanno prestato le prime cure a I.B., 23 anni, di Vicenza, che aveva perso i sensi probabilmente perché in tutta la giornata non aveva bevuto, né mangiato. Dopo averla imbarellata, I tecnici la hanno calata per una sessantina di metri sul sentiero sottostante e da lì portata alla macchina degli amici, che erano con lei e la hanno accompagnata direttamente all'ospedale di Noventa Vicentina. 
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 11 Novembre 2020 10:59

RECUPERATO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ

Caprino Veronese (VR), 07 - 11 - 20
Attorno alle 18 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato dalla Centrale del Suem per un escursionista in difficoltà. M.M., 44 anni, di Parma, si trovava infatti sopra l'abitato di Caprino e ne vedeva le luci, ma era uscito fuori dal sentiero, affaticato, e si era ormai fatto buio. Una squadra è quindi partita in fuoristrada per poi proseguire a piedi e raggiungere il punto indicato dalle coordinate appena ricevute, che però non erano precise. Ricontattato l'uomo al cellulare, i soccorritori si sono avvicinati fino ad ottenere un contatto vocale e lo hanno individuato in una quarantina di minuti. Con lui sono quindi scesi alla jeep e lo hanno accompagnato alla sua macchina.  
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 11 Novembre 2020 10:58

INFORTUNIO SOPRA RA STUA

Cortina d'Ampezzo (BL), 07 - 11 - 20
Attorno alle 16 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Cortina, per un escursionista che aveva riportato una probabile distorsione alla caviglia, mentre con moglie e figli scendeva da Fodara Vedla verso Ra Stua. A.D.P., 50 anni di Belluno, ha continuato a camminare finché non ha incrociato la squadra che gli stava andando incontro. Accompagnato poi fino alla macchina, l'uomo si è allontanato autonomamente. 
Pubblicato in 2020
Giovedì, 05 Novembre 2020 14:17

RITROVATO NELLA NOTTE ANZIANO FUNGAIOLO

Schio (VI), 03 - 11 - 20
È stato ritrovato e sta bene il fungaiolo per il cui mancato rientro, scattato l'allarme alle 19.30, erano partite ieri le ricerche nella zona di Raga di Magrè, dove aveva parcheggiato l'auto. Mentre le squadre del Soccorso alpino di Schio, assieme a Vigili del fuoco, Carabinieri e Carabinieri forestali, stavano perlustrando le colline lungo i sentieri e tra la fitta vegetazione, attorno a mezzanotte P.B., 81 anni, di Schio (VI) è riuscito a chiamare il figlio al cellulare. Sceso per una ripida scarpata aveva perso l'orientamento e continuato a camminare, senza poter avvertire nessuno data l'assenza di copertura telefonica, finché, dopo aver scollinato, non aveva scorto una casa in Contrà Casarotti a Pieve Belvicino e chiesto aiuto. I soccorritori sono subito partiti in fuoristrada con il figlio e hanno raggiunto l'anziano, accudito dagli abitanti della Contrada. L'uomo stava bene, solo qualche escoriazioni dovuta a probabili scivolate, ed è stato accompagnato a casa.
Pubblicato in 2020
Giovedì, 05 Novembre 2020 14:13

RICERCA IN CORSO A SCHIO

Schio (VI), 02 - 11 - 20

Il Soccorso alpino di Schio, allertato attorno alle 19.30, è impegnato nella ricerca di un ottantenne uscito in cerca di funghi nel primo pomeriggio e non rientrato. La macchina dell'anziano scledense, il cui cellulare risulta spento, è stata rinvenuta parcheggiata sulla strada a Raga di Magrè, nella zona dell'ex tiro al piattello. Attualmente le squadre stanno perlustrando i boschi nelle vicinanze. Sul posto anche Vigili del fuoco, Carabinieri e Carabinieri forestali.

Pubblicato in 2020
Giovedì, 05 Novembre 2020 14:10

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 01 - 11 - 20

Alle 15 è scattato l'allarme, subito rientrato, poiché non si trovavano più due bambini in Cansiglio. I due amichetti di 9 anni di Mestre (VE) tornando da Candaglia verso la Piana del Cansiglio, nel tagliare un tornante avevano perso l'orientamento e non erano più comparsi. Dopo averli cercati e chiamati a lungo invano, il padre di uno di loro aveva allertato i Carabinieri facendo mettere in moto la macchina delle ricerche, con il Soccorso alpino dell'Alpago è delle Prealpi Trevigiane subito attivati, assieme al Centro mobile di coordinamento, al Sagf e ai Vigili del fuoco. Poco dopo è fortunatamente arrivata la notizia che il papà li aveva ritrovati e l'emergenza è cessata. Alle 15.40 è stato chiesto l'intervento del Soccorso alpino di Belluno per un escursionista scivolato su una lingua di neve e caduto da un metro e mezzo di altezza, mentre si trovava  con la compagna e alcuni amici a circa 1.650 metri di quota sopra il Rifugio Bianchet. A.B., 47 anni, di Venezia, che aveva riportato la sospetta lussazione di una spalla, aveva iniziato a scendere a valle ed era arrivato a metà della sterrata che dal Bianchet porta sull'Agordina, in comune di Sedico, quando il dolore non gli aveva più permesso di proseguire. Una squadra lo ha quindi raggiunto con il fuoristrada, gli ha immobilizzato il braccio, lo caricato a bordo e trasportato all'ospedale di Belluno.

Pubblicato in 2020
Pagina 4 di 5

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.