Articoli filtrati per data: Giugno 2021

Farra di Soligo (TV), 02 - 06 - 21

Verso le 15.30 il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato allertato dal 118, per una donna scivolata sul sentiero che scende dell'Eremo di San Gallo. M.P., 56 anni, di Preganziol (TV), aveva riportato un probabile trauma alla caviglia mentre stava camminando con un'amica. Dopo essere risaliti alle coordinate del luogo dell'incidente, con l'applicazione per smartphone in dotazione al Soccorso alpino, e aver appurato di potersi avvicinare con la jeep, una squadra ha raggiunto l'infortunata e, dopo averla caricata a bordo, l'ha accompagnata ai piedi della collina al rendez vous con l'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale di Conegliano.

Pubblicato in 2021
Lunedì, 07 Giugno 2021 12:44

SCIVOLA SUL SENTIERO

Longare (VI), 02 - 06 - 21
Attorno a mezzogiorno la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Padova, per un'escursionista scivolata sul sentiero numero 3 di Lumignano. La donna, A.S., 56 anni, di Nanto (VI), che si trovava con le amiche e aveva riportato la sospetta frattura di una caviglia, è stata raggiunta in localita Brojon da sei soccorritori, che le hanno immobilizzato il piede, la hanno imbarellata e trasportata fino alla strada, dove è stata consegnata agli operatori dell'ambulanza. L'intervento si è concluso alle 14.
Pubblicato in 2021
Alpago (BL), 01 - 06 - 21

Attorno alle 16.45 il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato per un incidente che aveva coinvolto un uomo, durante le manovre con la motozappa. G.D.B., 64 anni, di Alpago (BL), aveva infatti riportato una trauma alla gamba mentre stava effettuando dei lavori con il mezzo meccanico in una baita in prossimità dell'abitato di Pieve d'Alpago. Raggiunto dal personale medico e dal tecnico di elisoccorso dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore atterrato nelle vicinanze, all'infortunato sono state prestate le prume cure. Con l'aiuto dei soccorritori, la barella è stata poi trasportata fino all'eliambulanza, decollata in direzione dell'ospedale di Belluno.

Pubblicato in 2021
Borso del Grappa (TV), 31 - 05 - 21
Attorno alle 20.30 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, a seguito della segnalazione di una persona che aveva visto precipitare un parapendio sul Monte Grappa nella zona di Semonzo. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, volato sul posto, ha effettuato una ricognizione tra la Valle di Santa Felicita e la Val Cornosega, sorvolando tutti i decolli senza rinvenire alcuna traccia. Due squadre di soccorritori con altrettanti mezzi hanno perlustrato l'area. Sono state controllate le strutture alberghiere e nessuno manca all'appello, così come le scuole di volo che hanno assicurato il rientro di tutti. Una squadra è stata inviata per scrupolo al decollo di Col Serai, che dà verso la Val Rossa. Quando i soccorritori torneranno, non essendoci elementi utili a proseguire la ricerca si fermerà, anche perché impossibile da portare avanti con il buio. 
Pubblicato in 2021
Romano d'Ezzelino (VI), 31 - 05 - 21
A un anno dalla prematura scomparsa di Fabrizio Bevilacqua, il runner trentasettenne precipitato per una caduta dal Sentiero del Cavallo, che si snoda lungo il crinale sopra la Valle di Santa Felicita, ieri si è svolta una commossa cerimonia per ricordarlo, vicino al Saccello all'imbocco della vallata. Il 30 maggio del 2020, quando Fabrizio non rientrò dalla corsa, il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa iniziò a cercarlo, fino al triste epilogo. Ieri durante la prima commemorazione, la sorella Annalisa ha consegnato ai soccorritori un estricatore, acquistato grazie a parte delle generose donazioni raccolte dalla famiglia e date al Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa. Il presidio sanitario è stato simbolicamente dedicato a Fabrizio. Ringraziamo ancora di cuore i familiari e gli amici di Fabrizio. 
Pubblicato in 2021
Val di Zoldo (BL), 30 - 05 - 21
Erano convinte di trovarsi in Val Pramper, mentre invece due escursioniste erano finite dalla parte opposta, sul greto del Maè, all'altezza di Ospitale di Zoldo. Partite da Forno di Zoldo con i loro due cani con l'intenzione di arrivare a Malga Pramper, due amiche ferraresi di 48 e 49 anni avevano imboccato il sentiero che porta a Casera Col Marsang. Dopo avere trovato neve, erano tornate indietro, salvo poi seguire una traccia che le aveva condotte, superando diversi schianti, sul greto del Maè. In contatto con la Centrale del Suem, fortunatamente si è riusciti a risalire alla loro posizione tramite messaggi Whatsapp ed è subito apparso evidente che le due donne erano da tutt'altra parte rispetto a quanto ritenuto. Scattato l'allarme verso le 18.30, per attraversare il torrente una squadra del Soccorso alpino della Val di Zoldo è dovuta scendere un chilometro più a valle dove si trova un ponte. Arrivati sulla sponda opposta, i soccorritori sono risaliti lungo il sentiero, per poi abbandonarlo e avanzare a fianco del Maè, fino a che hanno raggiunto le due amiche e con loro hanno percorso a ritroso il cammino appena fatto. Le due donne sono state poi riaccompagnate a Forno di Zoldo. L'intervento si è concluso poco prima delle 20. 
Pubblicato in 2021
Malcesine (VR), 30 - 05 - 21
Alle 13.50 circa la Centrale del Suem è stata allertata per un escursionista tedesco che, scendendo lungo il sentiero numero 651, che dalla Funivia a monte va in direzione ex Capannina, era finito in un canale seguendo il suo cane. L'uomo, T.R., 34 anni, era riuscito a fermarsi in una nicchia della roccia, da dove non era però stato più in grado di muoversi, con il suo segugio legato allo zaino. Risaliti al luogo dalle coordinate fornite dalla compagna che aveva lanciato l'allarme, l'elicottero di Verona emergenza ha sbarcato con il verricello il tecnico di elisoccorso, seguito poi dal medico. Dopo aver allestito un ancoraggio, i soccorritori sono scesi dall'uomo e, dopo aver verificato che stava bene, hanno fatto risalire per una quindicina di metri lui e il cane, sollevandoli verso l'alto per contrappeso. 
Pubblicato in 2021
Martedì, 01 Giugno 2021 13:35

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 30 - 05 - 21
Questa mattina alle 9.45 circa il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato, per un uomo che si era sentito poco bene non distante dalla Chiesetta di San Michel, in Col di Roanza, sulla sterrata che scende verso Cavarzano. Un soccorritore è quindi intervenuto per eventuale supporto al personale dell'ambulanza e ha raggiunto M.D.C., 66 anni, di Belluno, che era in compagnia. L'uomo è quindi stato condotto all'ospedale per accertamenti.
Alle 12.30 circa un'altra squadra è stata inviata a Trichiana, in comune di Borgo Valbelluna, dove, scendendo con i familiari il sentiero verso il Brent de l'Art, una escursionista era ruzzolata in un tratto ripido, riportando sospetti traumi al volto e a un ginocchio. I soccorritori, arrivati da O.O., 34 anni, di Codroipo (UD), assieme al personale sanitario, le hanno prestato le prime cure, per poi imbarellarla e trasportarla all'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale di Feltre.
Pubblicato in 2021
Martedì, 01 Giugno 2021 13:34

SOCCORSO IERI SERA A FALCADE

Falcade (BL), 30 - 05 - 21
Ieri sera verso le 20.30 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino della Val Biois a seguito dell'infortunio del gestore della Baita dei Cacciatori, posta a 1.750 metri di quota, sopra Colmean. R.D.R., 76 anni, era infatti caduto sbattendo la testa. Sei soccorritori, tra i quali il medico della Stazione, hanno raggiunto l'infortunato, che si trovava con la moglie e la figlia, gli hanno prestato le prime cure e lo hanno imbarellato, per poi trasportarlo in discesa lungo il sentiero per 150 metri di dislivello, attraversando una frana e un torrente. Arrivati a Colmean, hanno affidato l'uomo all'ambulanza della Croce Verde. L'intervento si è concluso verso le 22.30.
Pubblicato in 2021
Martedì, 01 Giugno 2021 13:33

VERIFICATA SEGNALAZIONE DI GRIDA DI AIUTO

Bosco Chiesanuova (VR), 29 - 05 - 21
Attorno alle 15 tre escursionisti, di passaggio lungo il sentiero che da Parparo Vecchio porta a Malga Malera, hanno sentito grida di aiuto è hanno contattato il 118 per fare la segnalazione. L'elicottero di Verona emergenza è quindi decollato per sorvolare la zona, dopo aver avuto un confronto con i testimoni rintracciati dalle coordinate da loro fornite. Poiché il sopralluogo dall'alto ha avuto esito negativo, è intervenuta una squadra del Soccorso alpino di Verona, sul posto anche i Vigili del fuoco e i Carabinieri, che ha perlustrato l'area attorno al punto indicato, senza alcun riscontro. Due soccorritori sono stati poi trasportati dell'elicottero dei Vigili del fuoco a Malga Terrazzo, per controllare un sentiero che parte da lì. Non avendo riscontrato alcuna anomalia le squadre stanno rientrando. 
Pubblicato in 2021
Pagina 6 di 7

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.