Articoli filtrati per data: Marzo 2022

Lunedì, 21 Marzo 2022 14:14

SOCCORSO PER INFORTUNIO ALLA SPALLA

Rivamonte Agordino (BL), 19 - 03 - 22
Verso le 10.20 il Soccorso alpino di Agordo è stato allertato dalla Centrale del Suem, per un uomo che si era fatto male nei boschi in località Valchesina. L'uomo, un 43enne di Rivamonte Agordino (BL), che aveva riportato un probabile trauma alla spalla ed era poco sopra la strada, è stato raggiunto da un soccorritore che si trovava nelle vicinanze e aiutato a scendere fino all'ambulanza, che lo ha accompagnato all'ospedale per le verifiche del caso.
Pubblicato in 2022
Lunedì, 21 Marzo 2022 14:13

RECUPERATO ALPINISTA INFORTUNATO

Alpago (BL), 18 - 03 - 22
Passate le 15 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sul Col Mat, vicino al Dolada, per l'infortunio di un alpinista. Mentre era in fase di discasa dalla parete, un 61enne trevigiano aveva messo male un piede slogandosi una caviglia. L'uomo si è calato con il compagno alla base della parete, dove il tecnico di elisoccorso lo ha raggiunto dopo essere stato sbarcato in hovering. Recuperato con il verricello, il rocciatore è stato trasportato all'ospedale di Belluno. Pronto a intervenire il Soccorso alpino dell'Alpago.
Pubblicato in 2022

Padova, 13-03-22

Attorno alle 17 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Padova per un'escursionista fattasi male sui Colli Berici. La donna, R.S., 61 anni, di Zimella (VR), era caduta lungo la strada bianca di Via Castellaro, in località Villa del Ferro in comune di Val Liona (VI), riportando la sospetta frattura di un polso. Poiché era scossa dall'incidente e non in grado di rientrare autonomamente, una squadra la ha raggiunta e caricata in barella per accompagnarla all'appuntamento con l'ambulanza. Mentre i soccorritori stavano operando è scattata una seconda emergenza e parte della squadra, cui si sono affiancati altri 5 tecnici, è partita in direzione del Colli Euganei. Un escursionista era infatti caduto non distante dai ruderi del monastero degli Olivetani, sul Monte Venda. Sul posto l'elicottero di Padova aveva sbarcato l'equipe medica per prestare le prime cure all'uomo, E.C., 64 anni, di Martellago (VE), con una probabile frattura al femore. Dieci soccorritori, in 40 minuti a piedi, si sono portati sul posto, per poi trasportare l'uomo assicurando la barella con le corde nei tratti più ripidi. Arrivati alla strada, l'infortunato è stato trasferito sull'ambulanza partita in direzione dell'ospedale di Padova. 

Pubblicato in 2022
Seren del Grappa (BL), 13 - 03 - 22
Sono gravi le condizioni di due donne scivolate per diverse decine di metri sulla neve, una dopo l'altra, sul Monte Grappa. Attorno alle 13.30 il Soccorso alpino di Feltre è stato allertato dalla Centrale del 118 per un incidente, accaduto lungo il sentiero 156, che dal Cason dei Lebi conduce a Malga Valpore di Cima. Mentre stava camminando assieme ad amici, M.D., 57 anni, di Monteforte d'Alpone (VR), aveva infatti perso l'equilibrio cadendo sulla neve ghiacciata per fermarsi solo un centinaio di metri più a valle. Tentando di andare in suo aiuto, M.C., 53 anni, di Caldogno (VI), era scivolata a sua volta per una cinquantina di metri, sbattendo tra gli alberi. A lanciare l'allarme i 4 compagni di escursione. Individuato il luogo, l'elicottero di Treviso emergenza ha sbarcato con un verricello di 30 metri tecnico di elisoccorso ed equipe medica, per poi volare a imbarcare due tecnici del Soccorso alpino di Feltre in supporto alle operazioni. Dopo aver verificato le condizioni della donna ruzzolata in basso, i soccorritori sono saliti da quella a monte, hanno appurato che era più urgente da trasferire, richiedendo immediatamente anche l'intervento dell'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore. Stabilizzata e imbarellata la donna è stata calata di 50 metri fin dove si trovava l'altra, in un punto più agevole per il recupero ultimato con il verricello tra la vegetazione dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, subito volato all'ospedale di Treviso. Prestate le cure urgenti, la seconda ferita è stata issata a bordo dell'eliambulanza di Treviso emergenza e condotta in ospedale. I due soccorritori di Feltre sono rientrati a piedi con i quattro compagni, mentre una squadra andava loro incontro in jeep, per poi accompagnarli al Rifugio Bocchette dove avevano le macchine.
Pubblicato in 2022
Auronzo di Cadore (BL), 13 - 03 - 22
Verso mezzogiorno un soccorritore, che si trovava casualmente nella zona di Forcella della neve, sui Cadini di Misurina, ha allertato il 118 per una scialpinista che si era fatta male. La 21enne era caduta in fase di discesa, riportando la probabile lussazione di una spalla. Recuperata dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, la ragazza è stata trasportata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2022
Martedì, 15 Marzo 2022 09:57

MALORE SUL SENTIERO

Vigo di Cadore (BL), 13 - 03 - 22
Alle 10.50 circa la Centrale del Suem è stata allertata per un'escursionista colta da malessere, mentre in compagnia stava percorrendo il sentiero numero 338 non distante da Casera Doana. Raggiunta in quad da una squadra del Soccorso alpino del Centro Cadore assieme al medico della Stazione, G.T., 48 anni, di Belluno, è stata assistita per poi essere accompagnata all'ospedale di Pieve di Cadore per le verifiche del caso.
Pubblicato in 2022
Cortina d'Ampezzo (BL), 12 - 03 - 22
Precipita per oltre 300 metri sul Cristallo e perde la vita, l'allarme lanciato attorno alle 13 da 4 amici che si trovavano un centinaio di metri più a monte del ragazzo. Dalle prime informazioni, i 5 volevano salire la normale al Cristallo. In 4 erano partiti per primi, ma avevano sbagliato itinerario percorrendo una cengia senza uscita, da dove avevano cercato di salire, fermandosi a 2.900 metri di quota e iniziando a calarsi. Il quinto alpinista - che era partito più tardi, li stava seguendo ed era in contatto telefonico con loro - si trovava più basso di un centinaio di metri lungo la cengia, dove si era fermato ad aspettarli, quando, era scivolato nel vuoto senza più rispondere. Dopo aver sorvolato l'area e aver individuato il corpo, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato a imbarcare due volontari e un soccorritore del Sagf di Cortina, sbarcati nelle vicinanze. L'eliambulanza è poi salita a recuperare i 4 amici. Una volta ottenuto il nulla osta dalla magistratura per la rimozione, la salma è stata imbarellata e portata a valle con un verricello di 20 metri. 
Pubblicato in 2022
Martedì, 15 Marzo 2022 09:48

INFORTUNIO SUL MONTE PIANA

Auronzo di Cadore (BL), 10 - 03 - 22
Attorno alle 15 il Soccorso alpino e il Sagf di Auronzo sono stati allertati per un escursionista inglese che si era fatto male, mentre con un gruppo di persone si trovava nei pressi del Rifugio Bosi sul Monte Piana. Il 63enne stava camminando sulla neve, quando la crosta superficiale si era rotta. Sprofondando all'improvviso, l'uomo aveva sbattuto il ginocchio su una roccia nascosta e non era più in grado né di camminare, né di stare in piedi. Sei soccorritori hanno raggiunto con due motoslitte l'infortunato, che era assistito dalla moglie. Dopo avergli prestato le prime cure, hanno caricato a bordo la coppia, per accompagnarla a valle a Misurina, da dove i due turisti si sono allontati autonomamente. 
Pubblicato in 2022
Martedì, 15 Marzo 2022 09:47

INFORTUNIO NEI BOSCHI

Selva di Cadore (BL), 09 - 03 - 22
Alle 17.50 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino della Val Fiorentina e di Alleghe, per un uomo che si era fatto male durante i lavori boschivi, a monte  della strada statale che da Caprile sale a Selva di Cadore. Il 59enne di Selva di Cadore (BL), che stava tagliando legna da solo, era scivolato sullo strato erboso secco riportando un sospetto trauma alla caviglia. Scattato l'allarme, è stato poi il fratello a guidare le squadre assieme al personale sanitario dell'ambulanza di Colle Santa Lucia sul luogo dell'incidente, 150 metri circa sopra la strada. Raggiunto da 8 soccorritori e due sanitari, all'uomo sono state prestate le prima cure. Una volta stabilizzato e imbarellato, è stato trasportato 50 metri a spalla lungo un traverso, per raggiungere un canale più agevole per la calata di 120 metri con barella lecchese assicurata dalle corde. Trasferito in ambulanza, l'infortunato è stato accompagnato all'ospedale di Agordo.
Pubblicato in 2022
Borso del Grappa (TV), 07 - 03 - 22
Attorno a mezzogiorno la Centrale del 118 di Treviso ha allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, per un pilota di parapendio precipitato tra gli alberi, poco sotto il decollo dei Tappeti. L'uomo, un 51enne tedesco che non aveva riportato conseguenze nella caduta, era rimasto sospeso a 8 metri dal suolo su un larice. Raggiunto con manovre di tree climbing da uno dei quattro soccorritori accorsi, il pilota è stato assicurato e calato a terra.
Pubblicato in 2022
Pagina 3 di 4

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.