INTERVENTI IN MONTAGNA

Scritto da
Belluno, 30 - 07 - 21
Alle 15 la Centrale del 118 è stata allertata da una donna che aveva ricevuto via email una richiesta di aiuto da parte del marito che si trovava in difficoltà in Val Falcina a Sospirolo (BL). L'escursionista, un cinquantaseienne di Loria (TV), aveva smarrito il sentiero e, non prendendo il cellulare, aveva contattato la moglie per mail dandole indicazioni del luogo dove si trovava e chiedendo l'intervento dell'elicottero. Mentre le squadre del Soccorso alpino di Belluno e Feltre di preparavano a partire, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha effettuato alcune rotazioni dall'alto, finché non è riuscito a individuare l'uomo che, una volta recuperato, è stato trasportato in piazzola a Belluno. Alle 16 una squadra del Soccorso alpino di Agordo è andata in jeep al Rifugio Vazzoler e ha imbarcato un uomo di 64 anni di Cesiomaggiore (BL), che non era più in grado di avanzare per la stanchezza. I soccorritori lo hanno accompagnato al Rifugio Capanna Trieste da dove si è allontanato autonomamente. L'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è intervenuto lungo la Ferrata Brovedani, per un escursionista che si era fatto male a una caviglia. L'uomo aveva tentato di avanzare, ma arrivato al Bivacco Conici si era dovuto fermare. Lì lo aveva trovato Un passante che aveva dato l'allarme. Recuperato l'infortunato è stato trasportato al l'ospedale di Cortina. 

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.