INTERVENTI IN MONTAGNA

Scritto da
Belluno, 31- 07 - 21
Attorno alle 10.40 la Centrale del Suem è stata allertata per un escursionista scivolato sul ghiaione tra forcella Erbandoi e la cima del Talvena. Risaliti alla posizione tramite messaggio whatsapp e dalle notizie ricevute, sul luogo dell'incidente è stato inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, mentre veniva avvisata la Stazione del Soccorso alpino di Longarone, competente per territorio. Dato il maltempo infatti, una squadra era a disposizione per eventuale supporto. In contatto tramite messaggi con il compagno dell'infortunato, anche grazie ad alcune fotografie spedite, l'equipaggio ha potuto capire le reali condizioni del tempo. Giunti sul posto, individuato lungo la normale, il tecnico di elisoccorso ha recuperato con un verricello F.R., 28 anni, di Vigodarzere (PD) con un possibile politrauma. L'elicottero è poi volato all'ospedale di Belluno. Verso le 11.20 una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo è stata inviata sul Cherz per un ciclista caduto con la propria mountain bike, che aveva riportato un probabile trauma al ginocchio. L.M., 29 anni, di Venezia è stato quindi accompagnato fino all'ambulanza. Il Soccorso alpino del Sagf è invece intervenuto sul Lago d'Ajal a Cortina per una turista neozelandese, che si era fatta male a un polso. La donna C.M.T., 43 anni, è stata portata direttamente al Codivilla. Alle 12.20 il Soccorso alpino di Cortina è poi stato inviato tra Passo Giau e Forcella di Zonia in supporto all'ambulanza per una persona che, caduta, aveva sbattuto la testa.

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.