RICERCA NELLA NOTTE IN NEVEGAL

Scritto da
Belluno, 30 - 08 - 21
Ieri sera attorno a mezzanotte e mezza il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato su richiesta dei Carabinieri, a seguito della chiamata di un giovane che era stato contattato da un suo amico in difficoltà in Nevegal. Dalle uniche informazioni, il ragazzo in difficoltà, 25 anni di Belluno, era uscito da una festa in una zona non precisata del Piazzale del Nevegal e si trovava bloccato in una situazione di ipotermia. Non riuscendo più a parlargli al cellulare, che suonava senza risposta, e inutili i messaggi per geolocalizzarlo, una squadra ha raggiunto il piazzale e individuato nel Campo scuola il punto da dove si era allontanato il venticinquenne. Chiesto al 112 il tracciamento delle celle e risaliti ai boschi a nord del piazzale, cinque soccorritori hanno iniziato le perlustrazioni, finché una pattuglia dei Carabinieri ferma al parcheggio ha sentito dei lamenti e il ragazzo è stato individuato e raggiunto dai soccorritori e dai Vigili del fuoco. Era scivolato in una scarpata ricoperta di fitta vegetazione a una trentina di metri dal piazzale. Riscaldato e assistito, il venticinquenne è stato poi preso in carico dal personale sanitario dell'ambulanza, caricato in barella è trasportato da soccorritori e vigili fino al parcheggio. Caricato a bordo, l'ambulanza è partita in direzione dell'ospedale di Belluno. L'intervento si è concluso alle 2.30.

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.