INTERVENTI IN MONTAGNA

Scritto da
Belluno, 26 - 07 - 20
Attorno a mezzogiorno è scattato l'allarme per un'anziana che si era allontanata senza fare più ritorno dalla frazione di Arina a Lamon, cercata inutilmente dai familiari che l'avevano persa di vista verso le 8.30 del mattino. È quindi stata avviata la ricerca con squadre del Soccorso alpino di Feltre e i Vigili del fuoco. Alle 14 circa la donna, A.B., ottantenne, di Spinea (VE) è stata ritrovata. Era scivolata in una scarpata nei dintorni del borgo e si era ferita. Prestate le prime cure, l'anziana è stata imbarellata e trasportata fino all'ambulanza partita in direzione dell'ospedale di Feltre. Alle 15.15 la Centrale del 118 è stata contattata da 4 escursionisti, due uomini e due donne, che saliti dalla Ferrata delle Tofana, al momento di scendere all'altezza della Tofana di Mezzo avevano perso il sentiero a 2.900 metri di quota. Dopo aver ricevuto informazioni sulla loro posizione, i quattro hanno deciso che sarebbero risaliti autonomamente, salvo poi ricontattare la Centrale e chiedere aiuto. Il gruppetto è stato recuperato dal Pelikan di Bressanone e lasciato a valle. Alle 15.45 il Soccorso alpino di Alleghe è stato inviato alla cascata del Lago, dove una donna si era fatta male a una gamba. L'infortunata, una cinquantenne di Treviso, è stata raggiunta, medicata e portata all'ambulanza partita poi per Agordo. Ha riportato un probabile trauma cranico invece un escursionista ruzzolato nel Gruppo del Bosconero, Val di Zoldo. L'uomo era salito dal Rifugio Bosconero fino a Forcella Tovanella con due amici, un uomo e una donna, ma durante la discesa aveva perso l'equilibrio cadendo nel ghiaione e sbattendo la testa. L'equipe medica dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore sbarcata nelle vicinanze assieme al tecnico di elisoccorso ha subito prestato le prime cure urgenti a S.P., 38 anni, di Treviso e, dopo averlo caricato in barella lo ha imbarcato con un verricello di 5 metri e trasportato all'ospedale di Treviso. L'equipaggio ha recuperato anche i compagni dell'uomo, rimasti scioccati dall'incidente.

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.