Visualizza articoli per tag: Frana

Venerdì, 28 Agosto 2020 11:15

DONNA BLOCCATA CON L'AUTO SUL GRAPPA

Seren del Grappa (BL), 26 - 08 - 20
Attorno alle 11.20 il Soccorso alpino di Feltre è stato allertato dalla Centrale del 118 per una donna in difficoltà sul Monte Grappa. Una persona che si trovava al Bivacco dello Scopel infatti aveva sentito delle urla e richieste di aiuto provenienti da un punto a valle. Le squadre si sono portate nel luogo indicato, dove sono stati indirizzati anche Carabinieri e Vigili del fuoco e hanno avviato la ricerca, finchè la hanno rintracciata. Seguendo una strada bianca in auto, S.G., 32 anni, di Trento, era rimasta bloccata a causa di una di una zona franata. Senza riuscire a tornare indietro, non essendoci copertura telefonica, si era spostata su una sella nelle vicinanze iniziando a chiamare a gran voce. I soccorritori la hanno raggiunta e sono rientrati con lei.
Pubblicato in 2020
Rocca Pietore (BL), 20 - 08 - 19
Verso le 14 il Soccorso alpino della Val Pettorina è stato allertato per un escursionista scivolato in una scarpata a seguito del franamento di un tratto del sentiero. Durante una passeggiata con il gruppo parrocchiale lungo il sentiero numero 682 che porta al Rifugio Sasso Bianco, mentre con altre due persone si trovava davanti rispetto al gruppo, alcuni metri della traccia sono franati e don M.C., 31 anni, di Quarto d'Altino (VE), è scivolato per una decina di metri. Una squadra si è avvicinata con il quad per poi proseguire a piedi e ha raggiunto l'infortunato, che nel frattempo era risalito dal pendio. Dopo avergli medicato le escoriazioni riportate nella caduta, i soccorritori hanno steso una corda fissa per superare lo smottamento e con lui e i suoi compagni sono rientrati a Caracoi.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 09 Agosto 2018 08:06

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 06 - 08 - 18
Poco prima di mezzogiorno l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sulle Tre Cime di Lavaredo, sugli ultimi tiri dello Spigolo Dibona, dove due alpinisti austriaci, B.K., 58 anni, e D.K., 35 anni, erano in difficoltà poiché non trovavano l'uscita della via. I due rocciatori sono stati recuperati dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio, al limite della nebbia, utilizzando un verricello e sono stati trasportati a valle. Subito dopo l'eliambulanza è volata alla base del Lagazuoi, per un'escursionista, G.G., 51 anni, di Pontremoli (MS), che era caduta procurandosi un probabile trauma al volto e alla testa. Prestatele le prime cure, l'infortunata è stata caricata a bordo e accompagnata all'ospedale di Belluno. Verso le 15 il 118 è stato allertato per una colata detritica caduta dal Rio Rudan, sotto l'Antelao, che all'altezza di Peaio aveva coinvolto un escavatore, il cui guidatore, riuscito da solo a mettersi in salvo, era stato poi portato in via precauzionale all'ospedale di Pieve di Cadore. Sul posto per un eventuale supporto agli enti preposti anche il Soccorso alpino di San Vito di Cadore, che ha verificato non ci fossero persone coinvolte e ha controllato l'eventuale formazione di dighe lungo il corso d'acqua.
Pubblicato in 2018
Sabato, 21 Luglio 2018 10:34

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 19 - 07 - 18
Poco prima delle 17 il 118 è stato allertato per un infortunio ad Auronzo di Cadore, precisamente sul sentiero numero 120 tra il Rifugio Carpi e Misurina. In aiuto di una escursionista, S.Q., 65 anni, di Bari, che si era procurata un probabile trauma alla caviglia è intervenuta una squadra del Sagf di Auronzo, che la ha accompagnata fino al parcheggio da dove si è allontanata autonomamente assieme al marito. Il Soccorso alpino di Cortina è stato invece inviato a Pian dei Laghe, poiché, uscita dal sentiero numero 406 tra Pomedes e Col Taron, una escursionista era rimasta impantanata in una palude. I soccorrirori hanno individuato la donna, S.M., 46 anni, di Pistoia, e la hanno aiutata a uscire dal fango per poi riaccompagnarla sul sentiero e da lì rientrare. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Vandelli, in quanto una turista ucraina, G.V., 54 anni, nell'avvicinarsi all'edificio si era storta una caviglia e non era più in grado di proseguire. Imbarcata, l'infortunata è stata trasportata all'ospedale di Belluno. Successivamente l'eliambulanza ha effettuato un sopralluogo sulla Croda Marcora per escludere la presenza di persone coinvolte dalla caduta di una frana, che ha interessato 80/100 metri del sentiero d'accesso alla Ferrata Berti coprendoli di ghiaia. Il sorvolo ha dato esito negativo.
Pubblicato in 2018
Martedì, 24 Aprile 2018 09:18

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 07 - 04 - 18
Questa mattina attorno alle 8.30 il 118 è stato allertato da alcuni testimoni che avevano visto una persona trascinata dalla corrente del canale Soccher - Cellina. Un vigile del fuoco, assicurato a una corda, è sceso nell'acqua ed è riuscito a bloccare N.L., 58 anni, di Ponte nelle Alpi (BL), poi portata a riva e affidata al personale dell'eliambulanza di Pieve di Cadore che la ha trasportata all'ospedale di Belluno in probabile stato di ipotermia. Allertato il Soccorso alpino di Longarone e Alpago. Subito dopo l'elicottero è volato lungo il sentiero tra Case Bortot e Ponte Mariano, dove era stata segnalata una frana. Il sopralluogo ha dato esito negativo. Verso le 12.20, l'elicottero è stato inviato sul Passo Fedaia, Marmolada, dove una persona aveva assistito all'incidente di uno sciatore che, uscito fuori pista, era caduto sulla strada da un paravalanghe. Prestate le prime cure al ragazzo, M.C., 31 anni, veronese, l'equipe medica e il tecnico di elisoccorso lo hanno imbarcato e trasportato con un sospetto politrauma a Belluno, da dove è poi stato trasferito a Mestre.
Pubblicato in 2018
Martedì, 24 Ottobre 2017 08:02

CROLLO SULLA SU ALTO IN CIVETTA

Alleghe (BL), 16 - 10 - 17
Attorno alle 13 è stata segnalata una frana sulla Cima Su Alto in Civetta. Il Soccorso alpino di Alleghe ha effettuato un sopralluogo subito dopo. Il crollo è partito sotto la vetta e, anche se non è quantificabile ancora la massa caduta, a una prima stima è minore rispetto alla quantità franata nell'ultimo episodio. È crollato un pilastrino e la roccia disgregata si è fermata alla base della parete senza interessare il sentiero.
Pubblicato in 2017
Etichettato sotto
Cortina d'Ampezzo (BL), 05 - 08 - 17
Questa notte all'1.40 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato dal Suem per intervenire i  supporro dei Vigili del fuoco per una frana caduta nella zona di Alverà. Dalle prime informazioni non si sapevano l'entità del fenomeno, né le conseguenze. Sul posto - si era appena svolta una festa campestre - uno dei volontari della Stazione aveva informato che la strada era interrotta. I soccorritori sono quindi partiti dalle prime case dell'abitato di Alverà, dove era esondato il torrente Bigontina, e dove i Vigili del fuoco stavano verificando la presenza, poi esclusa, di persone all'interno di una prima vettura trascinata dai sassi. I soccorritori con un'unità cinofila hanno quindi iniziato a risalire il greto sommerso da massi e detriti, finché il cane non ha ritrovato il corpo semissommerso di una persona senza vita, all'altezza del bivio per il Brite di Larieto, e 200 metri più sopra un'auto sepolta. La salma è stata quindi liberata e con i mezzi si è provveduto subito a togliere il materiale per guardare all'interno della macchina, risultata vuota. Attualmente stanno continuando i controlli lungo tutto il Bigontina, dove sono state trovate altre 4 auto poso sopra la funivia del Faloria.
Pubblicato in 2017
Etichettato sotto

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.