Visualizza articoli per tag: Escursionismo

Lunedì, 07 Settembre 2020 09:37

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 05 - 09 - 20
Alle 7.30 circa l'elicottero di Trento emergenza è intervenuto alla base della parete sud della Marmolada, per un alpinista infortunatosi già ieri. Il rocciatore era infatti salito in serata da solo a portare il materiale per scalare questa mattina la Via attraverso il pesce, ma era ruzzolato per alcuni metri senza poter lanciare l'allarme. È stato oggi il compagno di cordata, con cui aveva appuntamento, a chiamare i soccorsi dopo averlo ritrovato ferito. Recuperato dall'eliambulanza, lo scalatore, F.V., 50 anni, di Ballabio (LC), è stato trasportato all'ospedale di Trento con un possibile politrauma. Pronti a intervenire in supporto alle operazioni il gestore del Rifugio Falier, componente del Soccorso alpino della Val Pettorina, e una squadra in piazzola. Attorno a mezzogiorno dei passanti hanno allertato il 118 dopo essersi imbattuti in un anziano spossato, sulla sterrata che da Andrich va a Forcella San Tomaso, a Vallada Agordina. Una squadra del Soccorso alpino della Val Biois si è portata sul posto e ha verificato le condizioni dell'uomo, 89 anni, di Mestre (VE), per poi accompagnarlo alla macchina, con cui ha deciso di allontanarsi autonomamente assieme al fratello. Alle 13.20 una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo ha recuperato lo zaino, contenente effetti personali, di una quarantaquattrenne di Altavilla Vicentina (VI), che era ruzzolato in un ripido pendio sotto il Rifugio Gorza. Passate le 14 il Soccorso alpino di Cortina ha raggiunto, prima in jeep e poi a piedi, C.Y., 58 anni, austriaca, sul sentiero numero 205 di Son Forca che aveva riportato un sospetto trauma alla caviglia. Accompagnata al Passo Tre Croci, la donna ha detto che si sarebbe recata da sola all'ospedale di Lienz. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha recuperato un'escursionista di 39 anni di Villorba (TV) con probabile trauma alla caviglia in Val Vissada, a San Pietro di Cadore e successivamente una coppia di 57 e 59 anni di Jesolo (VE), sull'ultimo tratto della Ferrata Lipella sulle Tofane. Una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata inviata sul sentiero che scende da Forcella Marcuoira, per una coppia di Oderzo (TV), che aveva smarrito la traccia. Geolocalizzati, marito e moglie sono stati individuati e riportati a valle. L'eliambulanza è poi intervenuta lungo la normale della Tofana di Rozes per il trauma alla caviglia di una donna di 57 anni, di Ponte San Nicolò (PD). I soccorritori di Cortina hanno accompagnato al Codivilla un ciclista di 53 anni di Mestre (VE), con trauma alla spalla a seguito della caduta in mountain bike nella zona di Campo. L'elicottero, che verso le 17 ha soccorso una quarantenne di Ponte nelle Alpi (BL), a Forcella Giau per un trauma al piede, sta attualmente intervenendo in Civetta lungo l'anello zoldano. Sul sentiero numero 558 che da Forcella delle Sasse scende al Vazzoler, un escursionista che si trova con un'altra persona, si è infatti sentito poco bene. 
Pubblicato in 2020
Sabato, 05 Settembre 2020 09:35

INTERVENTO IERI SERA A SANT'ANNA D'ALFAEDO

Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 05 - 09 - 20
Ieri sera attorno alle 22.45 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Verona per un escursionista con un trauma alla caviglia tra il Corno d'Aquilio e Malga Preta. Una squadra è partita con un mezzo da Rivoli, mentre si cercava di risalire alle coordinate del punto in cui si trovava l'uomo, un sessantenne che stava scendendo con altre tre persone. Una volta ottenuta la posizione, il cellulare non era stato più raggiungibile per un po', i soccorritori hanno imboccato la strada, dove poco dopo hanno incrociato l'auto del malgaro con a bordo l'infortunato. Dopo avergli stabilizzato il piede, la squadra lo ha accompagnato all'auto con cui si è recato autonomamente all'ospedale di Negrar. 
 
Pubblicato in 2020
Cortina d'Ampezzo (BL), 04 - 09 - 20
Alle 19.10 circa la Centrale del 118 è stata allertata per sei escursionisti di Ferrara, tre adulti e tre bambini, in difficoltà nel Gruppo del Cristallo. Completata la Ferrata Renè de Pol al Forame de Inze, una volta raggiunta Forcella Verde, anziché rientrate da Val Pra del Vecia e scendere a Cimabanche, il gruppo ha preso il vecchio sentiero ora chiuso e, arrivato a metà ghiaione dove i segnali indicano di voltare a destra, non vedendoli ha proseguito sbagliando ed è sceso seguendo le tracce della Grande Guerra. Arrivati a circa 1.800 metri di quota sopra la sorgente del Felizon, i sei si sono dovuti fermare, incapaci di proseguire, e hanno chiesto aiuto. Individuati anche grazie alle coordinate della loro posizione, gli escursionisti sono stati recuperati dell'elicottero del Suem utilizzando il verricello e trasportati a Ospitale.
 
Pubblicato in 2020
Sabato, 05 Settembre 2020 09:31

DUE MALORI IN MONTAGNA

Belluno, 04 - 09 - 20
Due escursioniste sono state colte entrambe da malore attorno alle 13. Nel primo caso a lanciare l'allarme è stato il marito di una turista tedesca, che ha iniziato a sentirsi poco bene mentre si trovavano sul sentiero diretti all'attacco della Ferrata Renè de Pol, Forame de Inze, Gruppo del Cristallo a Cortina d'Ampezzo. La donna è stata recuperata del Pelikan di Bolzano e trasportata a Brunico per i dovuti accertamenti. La seconda richiesta di aiuto è arrivata per una trentottenne padovana, che aveva manifestato problemi al Rifugio Venezia, a Borca di Cadore. Raggiunta in fuoristrada da una squadra del Soccorso alpino di San Vito di Cadore, l'escursionista è stata trasportata fino all'ambulanza partita per l'ospedale di Pieve di Cadore. 
Pubblicato in 2020
Sabato, 05 Settembre 2020 09:29

SCIVOLA SUL SENTIERO

Brentino Belluno (VR), 03 - 09 - 20
Alle 14.40 circa il Soccorso alpino di Verona è stato allertato per una escursionista scivolata lungo il Sentiero del Pellegrino, che da Brentino sale alla Madonna della corona. L.C., 54 anni, di Codroipo (UD), messo male il piede aveva riportato la probabile frattura di una caviglia mentre con un'altra persona si trovava all'altezza della croce, sopra l'abitato, ed era anche stata assistita da alcuni passanti. Raggiunta da cinque soccorritori assieme all'infermiere dell'ambulanza, le sono state subito prestate le prime cure. Dopo averle immobilizzato il piede, la squadra la ha caricata in barella e trasportata per una mezz'ora fino alla strada. L'infortunata è stata poi accompagnata all'ospedale di Negrar.
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 02 Settembre 2020 10:50

INFORTUNIO VICINO AL FORTE DI VALPAROLA

Cortina d'Ampezzo (BL), 30 - 08 - 20
Attorno alle 17 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per una turista di Ancona, G.B., 48 anni, che era scivolata nei pressi del Forte di Valparola, zona Falzarego, riportando una sospetta distorsione alla caviglia. Raggiunta a piedi da una squadra del Sagf, l'infortunata è stata stabilizzata e caricata in barella, per essere trasportata fino alla strada e affidata all'ambulanza di Livinallongo, partita in direzione dell'ospedale di Agordo. 
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 02 Settembre 2020 10:47

SOCCORSO GIOVANE ESCURSIONISTA

Cortina d'Ampezzo (BL), 29 - 08 - 20
Questa mattina alle 8.20 il gestore del Rifugio Croda da Lago ha chiesto l'intervento del Soccorso alpino di Cortina, per un giovane escursionista che si era infortunato a una gamba. Raggiunto in fuoristrada da una squadra, il diciottenne di Padova è stato accompagnato al Codivilla.
 
 
Pubblicato in 2020
Venerdì, 28 Agosto 2020 11:34

RECUPERATI IERI SERA SUL GRAPPA QUATTRO RAGAZZI

Pieve del Grappa (TV), 28 - 08 - 20
Si è concluso a sera il recupero di quattro ragazzi finiti in una ripida scarpata sul Monte Grappa. Ieri alle 18, su segnalazione della Questura di Treviso, la Centrale del Suem aveva allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa per quattro giovani in difficoltà non distante dal sentiero numero 155 nella Valle di San Liberale. Dalla ricostruzione i quattro, una coppia di San Martino dei Lipari (PD), L.F., 27 anni lui, S.G.B., 19 anni lei, e una coppia di Castelfranco Veneto (TV), M.P., 26 anni lui, è P.P., 19 anni, lei, durante la discesa dal sentiero avevano preso una traccia sbagliata nel bosco, finché in un tratto ripido, una ragazza era scivolata per alcuni metri. Nel tentativo di risalire la scarpata, complici le calzature inadatte e l'inesperienza, in tre erano rimasti bloccati e solo uno era riuscito a tornare su. In contatto telefonico, i soccorritori sono riusciti a farsi mandare le coordinate del punto in cui si trovavano e una squadra li ha raggiunti da sopra, mentre l'elicottero di Treviso emergenza sbarcava con un verricello il tecnico di elisoccorso tra gli alberi. Il secondo escursionista è stato quindi assicurato e aiutato a tornare sul sentiero dall'amico, con il quale, mentre si svolgevano le operazioni di recupero delle loro compagne, è rientrato al parcheggio. Per le due ragazze, i soccorritori hanno dovuto calarle con le corde tra la vegetazione una cinquantina di metri. Una volta in una radura, l'eliambulanza le ha issate a bordo con due verricellate di 20 metri, per poi trasportarle a valle.
Pubblicato in 2020
Venerdì, 28 Agosto 2020 11:33

RECUPERATO ESCURSIONISTA SFINITO

Falcade (BL), 27 - 08 - 20
È stato riportato sulla strada in località Gli Zingari alle 21.40, l'escursionista mantovano in difficoltà nel tragitto di rientro dal Col Margherita. Attorno alle 19 il Soccorso alpino della Val Biois era stato allertato dalla Centrale del Suem per un uomo sfinito dalla stanchezza, mentre con moglie, figlio e due cani scendeva lungo una vecchia mulattiera dissestata. Partita dal Col Margherita, la famiglia era passata dal Lago di Cavia per poi proseguire, ma ormai senza più forze il turista non era più stato in grado di avanzare. Una decina di soccorritori è quindi risalita verso il lago dagli Zingari, finché non lo ha individuato, 300 metri di dislivello più in alto. Una volta raggiunto, G.M., 69 anni, di Sermide, è stato caricato sulla barella con la ruota e trasportato fino alla strada. Un soccorritore sta adesso accompagnando il figlio a recuperare il loro camper, con il quale poi si allontaneranno autonomamente. 
 
Pubblicato in 2020
Venerdì, 28 Agosto 2020 11:26

SCIVOLA IN VALFREDDA

Falcade (BL), 27 - 08 - 20
Attorno alle 13 l'elicottero del Suem è stato inviato dalla Centrale del 118 in Valfredda, a circa 200 metri di distanza dal Rifugio Flora Alpina, per un'escursionista che, mentre percorreva una mulattiera con un'amica, era scivolata riportando un probabile trauma al bacino. Atterrati nelle vicinanze, tecnico di elisoccorso ed equipe medica hanno prestato le prime cure a F.S., 67 anni, di Campione d'Italia (CO), e la hanno imbarellata. Tecnico e infermiere sono poi stati imbarcati in hovering dall'eliambulanza, che poi ha provveduto a recuperare medico e infortunata con un verricello di 20 metri ed è rientrata al San Martino.
Pubblicato in 2020
Pagina 5 di 85

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.