Mercoledì, 29 Luglio 2020 12:11

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 27 - 07 - 20
Questa mattina attorno alle 9.20 la Centrale del 118 è stata allertata per un incidente lungo l'Alta via numero 3. Mentre con tre amici percorreva il tratto tra il Rifugio Venezia e il Rifugio Talamini, nel comune di Vodo di Cadore, un escursionista tedesco di 59 anni era scivolato su una radice, riportando un probabile trauma al ginocchio. Una volta geolocalizzato il punto dove si trovava il gruppo, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha individuato l'infortunato a circa 1.700 metri di quota in una zona boscata. Caricato a bordo con un verricello di 20 metri dal tecnico di elisoccorso, l'uomo è stato trasportato all'ospedale di Belluno. Alle 11.45 l'eliambulanza è volata verso la Torre Trieste, sul Civetta, per un alpinista volato per 5-6 metri sopra la seconda cengia della Via Carlesso. Il rocciatore, M.D.M., 45 anni, di Roma, è stato recuperato dal tecnico di elisoccorso con un verricello di 50 metri e portato al San Martino per un probabile trauma alla caviglia. L'equipaggio ha recuperato anche il compagno di cordata. Pronto in piazzola un soccorritore di Agordo in caso di bisogno di supporto alle operazioni. Alle 13.20 la Centrale è stata contattata da due escursionisti che dalla Valle di Formin avevano sbagliato direzione e non sapevano dove si trovavano. Risaliti alle coordinate, è stato appurato che i due erano arrivati fino all'attacco delle vie alpinistiche della Croda da Lago. Fortunatamente un soccorritore di Cortina, che stava rientrando, li ha incrociati e riaccompagnati sul sentiero. Alle 14.10 l'elicottero è stato inviato sul sentiero numero 494 che dal Monte Rita scende in Val Inferna, Cibiana di Cadore, poiché una ciclista, perso il controllo della mountain bike in discesa, era caduta qualche metro sotto il sentiero a 1.600 metri di altitudine, riportando un possibile trauma al torace. Sbarcati equipe medica e tecnico di elisoccorso, a M.B., 44 anni, di Laives (BZ), sono state prestate le prime cure. Imbarellata, l'infortunata è stata issata a bordo con un verricello di 30 metri. L'eliambulanza l'ha quindi trasportata a Belluno. Pronto a intervenire il Soccorso alpino di Pieve di Cadore.
Pubblicato in 2020
Venerdì, 24 Luglio 2020 11:21

PERSONA NON RIENTRATA, ALLARME CESSATO

Negrar (VR), 23 - 07 - 20
Alle 21.40 circa il Soccorso alpino di Verona è stato allertato su richiesta dei Carabinieri per un uomo che, allontanatosi questa mattina da una comunità terapeutica residenziale, non vi aveva più fatto ritorno. Risaliti tramite il gestore telefonico alle coordinate del punto dove poteva trovarsi, una squadra si è portata in zona Monte a Sant'Ambrogio di Valpolicella. Fortunatamente poco dopo i soccorritori sono stati informati che l'uomo era tornato autonomamente e l'allarme è cessato.
Pubblicato in 2020
Venerdì, 10 Luglio 2020 16:41

SOCCORSO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ

Malcesine (VR), 04 - 07 - 20
Questa mattina verso le 10.15, il Soccorso alpino di Verona è stato allettato per un escursionista in difficoltà. L'uomo, 54 anni, di Rovereto, si era incamminarsi lungo un sentiero usato per la manutenzione della linea elettrica prima della galleria di Navene, finendo bloccato sopra un salto di roccia in un bosco ripido. Mentre una squadra si portava a Rivoli, risaliti alle coordinate del punto un cui si trovava i soccorritori di Riva lo hanno localizzato, raggiunto e riaccompagnato a valle.
Pubblicato in 2020
Venerdì, 03 Luglio 2020 20:05

CADE CON LA MOUNTAIN BIKE

Cogollo del Cengio (VI), 29 - 06 - 20
Attorno alle 15 il Soccorso alpino di Arsiero è stato allertato dalla Centrale del 118 di Vicenza per un ciclista infortunatosi in località La Gruma. G.P., 59 anni, di Malo (VI), che stava scendendo lungo una strada bianca assieme ad altre persone, aveva infatti perso il controllo della propria mountain bike a pedalata assistita ed era caduto a terra. Dopo aver ricevuto informazioni e le coordinate dal punto da uno degli amici, sei soccorritori, tra i quali medico e due infermieri, hanno raggiunto il luogo dell'incidente, prestando le prime cure all'uomo per un probabile trauma toracico. La squadra lo ha quindi imbarellato e trasportato a piedi fino al rendez vous con l'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale di Santorso.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 29 Giugno 2020 11:30

SOCCORSA COPPIA IN DIFFICOLTÀ

Brentino Belluno (VR), 27 - 06 - 20
Poco prima delle 18 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per una coppia di ciclisti in difficoltà. Partiti da Caprino in direzione di Spiazzi in mountain bike, i due hanno preso un sentiero inizialmente bello ampio, che però poi ha iniziato a stringersi e a presentare qualche difficoltà, tra le pareti di Brentino a quota 650 metri, e preoccupati hanno chiamato per chiederr cosa dovevano fare. Risaliti alle loro coordinate e individuato il punto in cui si trovavano, è stato detto loro di proseguire sul sentiero e non abbandonarlo, mentre un soccorritore partiva da Rivoli, arrivava nella zona della Madonna della Corona e imboccava il percorso al contrario per andare loro incontro. Una volta intercettati dopo una ventina di minuti il soccorritore è risalito a ritroso con la coppia e la ha guidata fino alla strada.
Pubblicato in 2020
Martedì, 18 Febbraio 2020 16:41

SOCCORSO ESCURSIONISTA IN COMELICO

San Pietro di Cadore (BL), 16 - 02 - 20
Ieri attorno alle 19.15 il Soccorso alpino della Val Comelico è stato allertato per un escursionista in difficoltà. Scendendo dal Monte Curiè infatti l'uomo, 48 anni, trevigiano, aveva smarrito il sentiero e non sapeva più dove si trovava. Risaliti alle coordinate Gps del punto da lui raggiunto dopo averlo geolocalizzato, una squadra ha individuato il luogo, lungo la strada che dalla Val Visdende porta a Forcella Zovo, ed è arrivata da lui in jeep per poi riaccompagnarlo alla macchina.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 28 Ottobre 2019 12:56

SCIVOLA E SBATTE LA TESTA

Val di Zoldo (BL), 27 - 10 - 19
Alle 15.15 circa il Soccorso alpino della Val di Zoldo è stato allertato dalla Centrale del 118, per intervenire in supporto all'ambulanza in aiuto di un uomo che, scivolato sulle foglie, era ruzzolato per una trentina di metri, riportando escoriazioni su gambe e braccia e un sospetto trauma cranico. L'uomo stava scendendo in auto con la moglie da Cibiana di Cadore verzo Val di Zoldo, quando, fermatosi per fare una passeggiata con il cane lungo una carrareccia laterale sopra Ciamber, era caduto in un punto ripido. Raggiunto da una squadra e dal personale dell'ambulanza dopo essere stato geolocalizzato, M.B., 55 anni, di Bari, è stato medicato, caricato in barella e trasportato per 200 metri fino al mezzo, partito poi in direzione dell'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Martedì, 08 Ottobre 2019 13:35

SCIVOLA SUL SENTIERO

Marano di Valpolicella (VR), 05 - 10 - 19
Attorno alle 14.15 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato dalla Centrale del 118 per un'escursionista di 43 anni, infortunatasi in val Baiaghe, una laterale della Valsorda, che la donna aveva raggiunto assieme al figlio dopo essere partita da Malga Biancari. Individuata grazie alle coordinate Gps, la donna è stata raggiunta da una squadra di 10 soccorritori. Prestatele le prime cure per una probabile frattura alla caviglia, l'escurionista e stata imbarellata e calata con le corde in 5 riprese per circa 250 metri e accompagnata sulla strada dove è stata affidata all'ambulanza diretta all'ospedale di Negrar.
Pubblicato in 2019
Martedì, 08 Ottobre 2019 13:32

COPPIA DI ESCURSIONISTI IN DIFFICOLTÀ

Malcesine (VR), 04 - 10 - 19
Attorno alle 14.15 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per una coppia di escursionisti tedeschi, bloccata sopra un salto di roccia, a 50 metri dalla strada. I due erano pariti da Torbole incamminandosi lungo un sentiero, avevano poi preso la traccia di una vecchia ferrata fermandosi però incapaci di proseguire. Dopo averli geolocalizzati grazie all'applicazione per smartphone in dotazione al Cnsas, non distante dal Campeggio Alpino di Navene, un tecnico è partito da Malcesine ed è riuscito ad avere un primo contatto vocale dopo venti minuti, fino poi a vederli. Dopo averli raggiunti, il soccorritore li ha riacconpagnati sulla strada e da lì ai mezzi pubblici. Pronta a partire una squadra per eventuale supporto.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 09 Settembre 2019 10:31

SOCCORSI ESCURSIONISTI IN VALSORDA

Marano di Valpolicella (VR), 07 - 09 -19
Attorno alle 17.15 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato per due escursionisti in difficoltà. I due, 30 anni lui, 26 lei, entrambi di Verona, erano partiti da Malga Biancari in direzione del ponte tibetano. Dopo averlo raggiunto, però, al momento di rientrare avevano perso il sentiero finendo bloccati sopra salti di roccia. Due squadre, Soccorso alpino e speleo, che stavano prendendo parte alla Consulta della protezione civile di Verona, si sono portate sul posto, seguendo le coordinate Gps fornite dai ragazzi. I soccorritori hanno iniziato a chiamarli, finché i due non hanno risposto e sono stati individuati, più in basso rispetto alla geolocalizzazione rilevata. Calatisi da loro, le squadre li hanno dotati di caschetto e imbrago, per poi attrezzare un percorso laterale con corde fisse di una sessantina di metri. Condotti per tracce fino al sentiero, i due escursionisti sono poi stati accompagnati alla malga. Sul posto anche i Vigili del fuoco.
Pubblicato in 2019
Pagina 1 di 5

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.